Radar: Azionario USA dà il via a fase di correzione

15/10/2018 Euromobiliare AM SGR
L'accettazione della cookie policy è necessaria per visualizzare i video

 

L'Investment Strategist di Euromobiliare AM SGR presenta la settimana economico finanziaria. Approfondimenti, dati e notizie d'interesse per gli investitori.

In evidenza:

  • Calo dell'azionario americano nell'ordine del 4%;
  • Mercoledì 17 Ottobre pubblicazione del verbale dell'ultima riunione della Fed;
  • Italia: elevata incertezza da parte degli investitori sulla tenuta dei conti pubblici. 

Durata 3 minuti 

---

Settimana all'insegna del risk-off che ha preso le mosse da un calo dell’azionario americano nell’ordine del 4% che si è esteso ai listini delle altre aree geografiche.

Il movimento di correzione mostra una dinamica simile a quella del febbraio scorso, sebbene fino ad ora di entità minore. L’azionario americano veniva infatti da un periodo di prolungato e significativo rialzo; inoltre crescita economica e salariale avevano sorpreso positivamente tanto da innescare una salita dei rendimenti governativi guidata dalla componente reale.

In questa prospettiva la correzione appare fisiologica a fronte di un mercato azionaro che cerca un nuovo equilibrio in un contesto di rendimenti governativi più elevati.

In positivo osserviamo che in questo frangente l’area emergente non ha sottoperformato: le principali valute non hanno segnato nuovi minimi rispetto al dollaro americano, gli spread di debito non si sono allargati e l’azionario ha sovraperformato quello dei paesi sviluppati.

Calendario economico della settimana (dal 15 al 21 Ottobre 2018)

L’agenda economica della settimana  non presenta aggiornamenti particolarmente rilevanti per  gli operatori. Ricordiamo mercoledì 17 ottobre la pubblicazione del verbale dell’ultima riunione della Fed che potrebbe dare qualche dettaglio chiarificatore sulla politica monetaria nel medio termine in particolare sulla distanza fra l’attuale livello dei tassi e quello considerato neutrale (né espansivo né restrittivo).

Ancora occhi puntati sull’Italia e sullo spread BTP-Bund che la scorsa settimana è salito a 308 punti base, un livello che continua ad esprimere una elevata incertezza da parte degli investitori sulla tenuta dei conti pubblici. Il governo dovrebbe presentare con qualche giorno di ritardo rispetto alla data prevista di lunedì 15 ottobre il progetto di legge finanziaria alla commissione europea. Ricordiamo che dalla presentazione si aprirà ufficialmente il confronto con la commissione che a sua volta valuterà entro fine novembre l’aderenza della manovra italiana alle regole europee in materia fiscale. A parere di Euromobiliare Am Sgr  il contesto rimane difficile per gli asset finanziari italiani in attesa di vedere quanto sarà serrato il confronto con l’Europa e quale sarà il giudizio delle agenzie di rating atteso per fine ottobre.

 

 

Ultime news