Radar: La forza dell'espansione monetaria

18/02/2019 Euromobiliare AM SGR
L'accettazione della cookie policy è necessaria per visualizzare i video

L'Investment Strategist di Euromobiliare AM SGR presenta la settimana economico finanziaria. Approfondimenti, dati e notizie d'interesse per gli investitori.

In evidenza:

  • Buon aadamento delle asset class di rischio e recupero del BTP;
  • La BCE torna a parlare di misure a sostengo della liquidità degli istituti bancari;
  • In Cina i dati relativi all’erogazione credito migliorano in gennaio;
  • Mercoledì 20 febbraio saranno pubblicati i verbali dell’ultima riunione della Fed;
  • Giovedì 21 febbraio sia negli Stati Uniti che in Area Euro i dati preliminari di febbraio degli indici di confidenza delle imprese;
  • Venerdì 22 febbraio è attesa la valutazione di Fitch sull’Italia.

Durata: 3 minuti

La scorsa settimana registra il buon anadamento delle asset class di rischio ed il recupero del BTP: le performance da inizio anno tornano così in territorio positivo per tutte le principali attività finanziarie.

È l’orientamento espansivo delle principali banche centrali a sostenere i rialzi, mentre le evidenze macro e micoreconomiche sono ancora lontane dal suffragare a pieno titolo la salita di azionario e obbligazionario.

La BCE torna a parlare di misure a sostengo della liquidità degli istituti bancari (il così detto TLTRO) come misura di stimolo.

In Cina i dati relativi all’erogazione credito migliorano in gennaio, sintomo che le politiche adottate nell’ultimo anno cominciano ad estrinsecare gli effetti desidarati. Il bilancio della banca centrale cinese ha infatti ripreso ad espandersi e la dua dimensione ha raggiunto un massimo assoluto.

L’agenda della settimana prevede

Mercoledì 20 febbraio saranno pubblicati i verbali dell’ultima riunione della Fed. Due i punti di attenzione: il primo è relativo all’analisi dei rischi allo scenario e, il secondo, alle valutazioni del Direttivo circa la dimensione ottimale e composizione del bilancio, alla luce della svolta accomodante della banca centrale.

Da monitorare con attenzione giovedì 21 febbraio sia negli Stati Uniti che in Area Euro i dati preliminari di febbraio degli indici di confidenza delle imprese.

Febbraio potrebbe marcare un punto di svolta per la congiuntura di Area Euro: gli indici PMI, soprattutto quelli del comparto manifatturiero, dovrebbero mostrarsi stabili o in lieve salita. Si tratterebbe finalmente di un segnale positivo dopo il costante deterioramento del momentum ciclico nell’ultimo anno.

Negli USA invece l’indice PMI dovrebbe fare chiarezza sulla tenuta della congiuntura americana alla luce di alcuni dati deludenti (come le vendite al dettaglio della scorsa settimana) e al netto degli effetti distorsivi dello shutdown.

Infine segnaliamo che per venerdì 22 febbraio è attesa la valutazione di Fitch sull’Italia. L’agenzia dovrebbe mantenere inalterato il rating sul debito a BBB (due gradini sopra il Junk) e l’outlook negativo, giudizio già incorporato dagli attuali livelli di rendimento e spread del BTP.

Ultime news