Radar: Luci e ombre

25/02/2019 Euromobiliare AM SGR
L'accettazione della cookie policy è necessaria per visualizzare i video

L'Investment Strategist di Euromobiliare AM SGR presenta la settimana economico finanziaria. Approfondimenti, dati e notizie d'interesse per gli investitori.

In evidenza:

  • La scorsa settimana il quadro macro emerso dagli indici di fiducia delle imprese è quello di una stabilizzazione;
  • il manifatturiero continua a mostrare innegabili segnali di debolezza;
  • l’obbligazionario core è rimasto sostanzialmente invariato;
  • venerdì 1° Marzo: saranno pubblicati i dati preliminari di inflazione relativa a febbraio;
  • negli USA avremo l’aggiornamento dell’ISM manifatturiero;
  • sarà esteso oltre il 1° marzo il periodo di tregua commerciale tra Cina e USA.

Durata: 2 minuti

La scorsa settimana il quadro macro emerso dagli indici di fiducia delle imprese è quello di una stabilizzazione grazie alla componente servizi , mentre il manifatturiero continua a mostrare innegabili segnali di debolezza. L’area euro ne è esempio emblematico.

A fronte di questo messaggio fatto di luci e ombre la risposta più costruttiva è arrivata dalle attività di rischio con guadagni sia dell’azionario che dell’obbligazionario a spread.  L’obbligazionario core è rimasto sostanzialmente invariato: i rendimenti sono infatti aumentati di qualche punto base.

In buona sostanza è come se il mercato fosse propenso a credere che la fase di miglioramento del momentun ciclico  non sia troppo lontana nel tempo.

Venendo al  calendario della settinama ricordiamo che:

Venerdì 1° marzo in area euro saranno pubblicati i dati preliminari di inflazione relativa a febbraio. L’indice headline dovrebbe segnare un lieve incremento a 1,5% a fronte di un aumento dei prezzi dei carburanti,  interrompendo così il trend di discesa in atto da ottobre scorso. Stabile l’indice core intorno a 1.0%. 

Negli USA avremo l’aggiornamento dell’ISM manifatturiero: dopo il calo verticale di dicembre ed il recupero di gennaio dovrebbe scendere di poco. Una stringa di dati volatili simile a quella del PMI manifatturiero specchio della fase di debolezza dell’attività produttiva.

Infine, alla luce dei progressi nelle negoziazioni e delle ultime dichiarazioni sarà esteso oltre il 1° marzo il periodo di tregua commerciale tra Cina e USA, in attesa di un accordo su cui il mercato appare cautamente ottimista. 

 

 

Ultime news