Organi Sociali

Consiglio di Amministrazione
 

Claudio Zara Presidente
Paolo Magnani Vice Presidente
Giuseppe Rovani Amministratore Delegato - Direttore Generale
Caterina Maramotti Consigliera 
Guido Ottolenghi Consigliere 
Giorgio Semino* Consigliere Indipendente
Elisabetta Gualandri* Consigliera Indipendente

 

* I consiglieri di seguito indicati presentano i requisiti di indipendenza stabiliti dal "Protocollo di Autonomia per la gestione dei conflitti di interessi" emanato da Assogestioni, l'associazione di categoria delle società di gestione del risparmio e delle SICAV:

  • Giorgio Semino, nato a Genova il 21.04.1968. Professore aggregato di Diritto Commerciale all'Università di Genova,facoltà di Economia e dottore di ricerca in Diritto Tributario internazionale e comparato, facoltà di Giurisprudenza.
  • Elisabetta Gualandri, nata a Modena il 12.06.1955, laurea in Economia e Commercio presso l’università di Modena, ha conseguito il Master in Financial Economics presso l’University College of North Wales. È professore ordinario di Economia degli intermediari Finanziari presso l’Università di Modena e Reggio Emilia – UNIMORE, dove svolge attività di ricerca presso CEFIN, Centro Studi Banca e Finanza. Già Consigliere indipendente in Bper Banca e in Igd-SIIQ. Dal 2007 al 2012 è stata membro effettivo del Collegio Sindacale di Banca d’Italia.

I consiglieri indipendenti sono chiamati a presentare, ove e quando ritenuto opportuno, proposte al Consiglio di Amministrazione per l'identificazione delle situazioni di conflitto di interessi e per la definizione delle idonee misure organizzative per la loro efficace gestione.

I consiglieri indipendenti esprimono pareri sull'adeguatezza delle misure e delle procedure per la gestione dei conflitti di interessi definite dal Consiglio di Amministrazione, nonché sulle materie previste dal Protocollo di Autonomia. In particolare, i consiglieri indipendenti sono chiamati ad esprimere pareri nelle materie stabilite dalla normativa, anche interna, di volta in volta vigente, tra le quali: (i) adeguatezza dei sistemi e delle procedure per la rilevazione e la gestione dei conflitti, (ii) scelta delle controparti contrattuali, (iii) criteri generali di selezione degli investimenti, (iv) sistema di remunerazione dei componenti dell'organo con funzione di gestione, del direttore generale, dei dirigenti con deleghe operative, dei gestori, (v) stipula di convenzioni con parti correlate, (vi) conflitti di interesse cd. "non neutralizzabili".

Collegio Sindacale

Con funzione altresì di Organismo di Vigilanza ex D.Lgs. 231/01.

Paolo Giaroli Presidente
Maurizio Bergomi Sindaco Effettivo
Maria Paglia Sindaco Effettivo
Alberto Artemio Galaverni Sindaco Supplente
Vittorio Guidetti Sindaco Supplente