Bilanciati

Eurofundlux Ipac Balanced A

Sicav / Bilanciati / Profilo di rischio e rendimento: 4

LU0134132231
Valore Quota al 28/11/2022: 9,9940 €

Descrizione

L'obiettivo di Eurofundlux Ipac Balanced è quello di avere un graduale accrescimento del capitale investito a medio/lungo termine. Il patrimonio è investito per almeno il 40% in valori mobiliari di tipo obbligazionario e/o in strumenti del mercato monetario; fino ad un massimo del 60% può essere investito in valori mobiliari di tipo azionario e/o in parti OICVM e /o di altri OICR e fino a un massimo del 20% in valori mobiliari di tipo azionario, obbligazionario e in strumenti di mercato monetario emessi da emittenti che esercitano la loro principale attività o con sede nei Paesi Emergenti.

Fino al 14/09/2015 la politica del Comparto era diversa.
Performance al 24/11/2022 Rendimento medio annuo composto
YTD 1 mese 3 mesi 6 mesi 1 anno* 3 anni* 2 anni* 3 anni* 5 anni*
Comparto -11,69% 3,62% -3,36% -1,04% -12,89% -4,78% -2,50% -1,62% 0,85%
Benchmark -9,92% 3,42% -3,28% -0,26% -10,36% 0,08% -0,47% 0,03% 2,69%
Performance al 24/11/2022
Comparto Benchmark
YTD -11,69% -9,92%
1 mese 3,62% 3,42%
3 mesi -3,36% -3,28%
6 mesi -1,04% -0,26%
Performance
Comparto Benchmark
1 anno* -12,89% -10,36%
3 anni* -4,78% 0,08%
Rendimento medio annuo composto
Comparto Benchmark
2 anni* -2,50% -0,47%
3 anni* -1,62% 0,03%
5 anni* 0,85% 2,69%
da inizio anno** 2021 2020 2019 2018 2017
Comparto -13,20% 7,56% 3,50% 14,43% -4,50% 1,39%
Benchmark -11,43% 10,04% 4,50% 15,16% -1,78% 1,98%
Comparto Benchmark
da inizio anno -13,20% -11,43%
2021 7,56% 10,04%
2020 3,50% 4,50%
2019 14,43% 15,16%
2018 -4,50% -1,78%
2017 1,39% 1,98%
2016 2015 2014 2013 2012 2011
Comparto 1,28% 1,29% n.a. n.a. n.a. n.a.
Benchmark 6,26% 3,30% n.a. n.a. n.a. n.a.
Comparto Benchmark
2016 1,28% 6,26%
2015 1,29% 3,30%
2014 n.a. n.a.
2013 n.a. n.a.
2012 n.a. n.a.
2011 n.a. n.a.
*dati aggiornati alla fine dell'ultimo trimestre solare (30/09/2022)
** Dati aggiornati al 31/10/2022

Caratteristiche

Benchmark 10% “FTSE Eurozone BOT (Weekly) Index, 40% “ICE BofAML Euro Government Bond Index", 10% “JPM EMBI Global Divers. Comp. Index", 40% “MSCI World Price Index in Euro"
Categoria Assogestioni Bilanciati
Classe Accumulazione dei proventi
Divisa EUR
Gestione cambio Gestione attiva
Obiettivi

Graduale accrescimento del capitale investito a medio/lungo termine

Periodicità quota Giornaliera
Politica di investimento

Il Comparto investe i propri attivi netti per un minimo del 40% in:

  1. obbligazioni e/o in
  2. strumenti del mercato monetario e/o in
  3. parti di fondi regolamentati (OICVM e/o OICR), che investono prevalentemente in valori mobiliari di tipo obbligazionario e/o in strumenti del mercato monetario e/o in
  4. liquidità costituite in particolare da depositi bancari presso istituti di credito aventi una durata residua inferiore ai 12 mesi.

Fino ad un massimo del 60% le attività nette del comparto potranno essere investite in valori mobiliari di tipo azionario e/o in parti di fondi regolamentati (OICVM e/o OICR) che investono prevalentemente valori mobiliari di tipo azionario e, fino ad un massimo del 20%, in valori mobiliari di tipo azionario, di tipo obbligazionario e in strumenti di mercato monetario emessi da emittenti che esercitano la loro principale attività o con sede nei Paesi Emergenti, o da emittenti sovrani di tali Paesi e/o in parti di fondi regolamentati (OICVM e/o OICR) che investono prevalentemente in Paesi Emergenti.
Il Comparto può investire in tutte le aree geografiche.
Il Comparto può investire in strumenti finanziari derivati sia ai fini di copertura dei rischi che di una efficiente gestione del portafoglio.

Nota: FTSE International Limited (FTSE) © FTSE 2017. FTSE ® è un marchio registrato del Gruppo London Stock Exchange ed è utilizzato su licenza.

Profilo di rischio e rendimento 4
Tipo Sicav

Portafoglio

Asset allocation lorda al 31/10/2022
Asset allocation netta al 31/10/2022

Portafoglio azionario

Primi 10 investimenti Al 31/10/2022
iShares Core MSCI World 6,1%
Xtrackers MSCI World 5,8%
Amundi Msci World Ucits Etf 5,6%
Spdr S&P 500 Ucits Etf 5,6%
Invesco MSCI World 5,5%
Isharescores&P500$(Dist) Ucits Etf 3,3%
JPMorgan Global Select Equity 2,6%
BNY Mellon Long Term Global Equity 1,8%
iShares STOXX Europe 600 1,5%
Vontobel Global Equity 1,3%

Portafoglio obbligazionario

Esposizione per paese al 31/10/2022
Esposizione per rating al 31/10/2022
Primi 10 investimenti Al 31/10/2022
iShares JP Morgan USD EM Bond 3,5%
BOT ZC ST23 A EUR 2,8%
UBS ETF Barclays USD EM Sovereign 2,2%
Neuberger Berman Emerging Market Debt HC 1,6%
Germany 0.0000% DBR May 2035 1,4%
BOT ZC AP23 S EUR 1,4%
Germany 1.3000% OBL Oct 2027 1,4%
iShares JP Morgan USD EM Bond 1,1%
FRANCE O.A.T. 0.5% 16-25 05 2026 1,1%
Vontobel Emerging Markets Debt 1,0%

Commissioni e spese

Commissioni di gestione

Massimo 1,5% p.a.

Commissioni di incentivo Non previste
Commissioni di rimborso

0%

Commissioni di sottoscrizione 0%
Commissioni di switch Massimo 0,5%
Spese correnti annue 2,13%

Altre informazioni

Data di avvio 23/11/2001
IBAN IT 58 Z 03479 01600 000800895200
Investimento minimo (PAC) € 50,00
Investimento minimo (PIC) € 500,00
ISIN al portatore LU0134132231
Valore Quota (28/11/2022) 9,9940 €

Considerazioni sui rischi

Al prodotto è assegnata una categoria di rischio in funzione delle variazioni di prezzo risultanti dalla natura degli investimenti, della strategia attuata e dalla sua valuta. La categoria di rischio si basa su dati storici e può non essere un'indicazione affidabile del profilo di rischio futuro. La categoria di rischio non è un obiettivo o una garanzia e può cambiare nel tempo. L’appartenenza alla categoria più bassa non significa che l'investimento sia privo di rischi. Il comparto non offre alcun tipo di garanzia del capitale o di protezione delle attività.

Il prodotto può essere esposto a rischi consistenti che non sono considerati adeguatamente nell'indicatore di rischio sintetico e possono influire negativamente sulla sua performance.

Vengono riportati di seguito i principali fattori di rischio.

  • Rischio operativo: rischio di perdite dovute ad esempio a errori umani, malfunzionamento dei sistemi, valutazioni non corrette o custodia di strumenti finanziari.
  • Rischio di controparte: rischio di perdite in caso di inadempimento di una controparte in relazione a strumenti o contratti (ad es. di derivati negoziati direttamente tra le parti). 
  • Rischio di derivati finanziari: la leva finanziaria risultante dai derivati può amplificare le perdite in particolari condizioni dei mercati.
  • Rischio di liquidità: rischio associato alla difficoltà di liquidare le posizioni detenute da un OICR, ad esempio mercati con bassi volumi possono causare difficoltà nella valutazione e/o negoziazione di certe attività.
  • Rischio di credito: possibilità di subire perdite improvvise se un emittente di titoli di debito non adempie ai propri obblighi di pagamento.
  • Gli investimenti in mercati emergenti sono in generale più sensibili agli eventi di rischio, come i cambiamenti del contesto economico, politico, fiscale e giuridico, nonché alle frodi.
  • Rischio di sostenibilità: rischio associato ad un evento o ad una condizione legata a fattori ambientali, sociali o di governance.
  • Rischio di pricing: rischio associato alla non corretta valutazione degli strumenti finanziari detenuti in portafoglio.

Ulteriori informazioni sono disponibili nel prospetto.

Sottoscrivi

CREDITO EMILIANO S.p.A.

Scopri dove puoi sottoscrivere i prodotti di Euromobiliare SGR

Sottoscrivi

CREDEM EUROMOBILIARE PRIVATE BANKING S.p.A.

Scopri dove puoi sottoscrivere i prodotti di Euromobiliare SGR

Sottoscrivi