Obbligazionari

Euromobiliare Governativo Globale Z

Fondo / Obbligazionari / Indicatore sintetico di rischio: 3

SFDR articolo 8

Il prodotto promuove caratteristiche ambientali, sociali e di governance (‘‘ESG’’)

Caratteristiche

Benchmark Euromobiliare Governativo Globale Z non ha parametro di riferimento ("benchmark")
Categoria Assogestioni Obbligazionari internazionali governativi
Classe Accumulazione dei proventi
Divisa EUR
Gestione cambio Gestione Attiva
Grado di discrezionalità rispetto al benchmark Significativo
Obiettivi

Il Fondo mira al graduale accrescimento del valore del capitale investito.

Periodicità quota Giornaliera
Politica di investimento

Il Fondo, attraverso una gestione attiva che assume come riferimento un benchmark, investe fino al totale dell'attivo in strumenti finanziari obbligazionari e/o del mercato monetario denominati principalmente in Euro, Lira Sterlina, Dollaro USA e Yen. Gli investimenti riguardano, principalmente, emittenti sovrani o titoli garantiti da Stati Sovrani o Organismi sovranazionali e, nel limite del 30%, titoli di emittenti societari. L'investimento obbligazionario presenta, principalmente, un merito creditizio almeno pari a “investment grade”. L'investimento in obbligazioni “non investment grade” o prive di rating è previsto fino a un massimo del 30%. Inoltre, fino al 30% dell’attivo, il Fondo investe in OICR (OICVM e FIA aperti non riservati) le cui politiche di investimento sono compatibili con quella del Fondo. Fino al 30% dell'attivo del Fondo può essere investito in strumenti finanziari di emittenti di Paesi Emergenti. Il Fondo può investire in strumenti finanziari derivati ai fini di copertura dei rischi, di una più efficiente gestione del portafoglio e di investimento. In relazione alla finalità di investimento il Fondo può avvalersi di una leva tendenziale pari a 1,3. Pertanto, l’effetto sul valore della quota di variazione dei prezzi degli strumenti finanziari cui il Fondo è esposto potrebbe risultare amplificato fino a un massimo del 30%. Tale effetto di amplificazione si verificherebbe sia per i guadagni sia per le perdite. Il Fondo promuove caratteristiche ambientali, sociali e di governance (“ESG”) ai sensi dell’Art. 8 del Regolamento (UE) 2019/2088 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 novembre 2019. 

Il parametro di riferimento (“benchmark”) del Fondo è costituito dagli indici:

  • 75% ICE BofAML Global Government Index (Indice globale che include titoli di Stato emessi dai principali Paesi sviluppati con rating investment-grade nella propria valuta nazionale);
  • 25% ICE BofAML Euro Government Index (indice rappresentativo dei titoli governativi dei paesi dell’area Euro (EMU) con vita residua superiore all’anno).

Grado di discrezionalità rispetto al benchmark: significativo. 

Indicatore sintetico di rischio 3
Tipo Fondo
Tipologia di gestione Market Fund

Commissioni e spese

Commissioni di gestione

0,40%

Commissioni di incentivo Non Previste
Commissioni di sottoscrizione Non previste
Spese correnti annue 0,53%

Altre informazioni

Data di avvio 04/12/2023
IBAN IT 11 P 03479 01600 000801219500
Investimento minimo (PIC) 2.000.000,00
ISIN al portatore IT0005571424

Considerazioni sui rischi

Al prodotto è assegnata una categoria di rischio in funzione delle variazioni di prezzo risultanti dalla natura degli investimenti, della strategia attuata e dalla sua valuta. La categoria di rischio si basa su dati storici e può non essere un'indicazione affidabile del profilo di rischio futuro. La categoria di rischio non è un obiettivo o una garanzia e può cambiare nel tempo. L’appartenenza alla categoria più bassa non significa che l'investimento sia privo di rischi. Il comparto non offre alcun tipo di garanzia del capitale o di protezione delle attività.

Il prodotto può essere esposto a rischi consistenti che non sono considerati adeguatamente nell'indicatore di rischio sintetico e possono influire negativamente sulla sua performance.

Vengono riportati di seguito i principali fattori di rischio.

  • Rischio operativo: rischio di perdite dovute ad esempio a errori umani, malfunzionamento dei sistemi, valutazioni non corrette o custodia di strumenti finanziari.
  • Rischio di controparte: rischio di perdite in caso di inadempimento di una controparte in relazione a strumenti o contratti (ad es. di derivati negoziati direttamente tra le parti). 
  • Rischio di derivati finanziari: la leva finanziaria risultante dai derivati può amplificare le perdite in particolari condizioni dei mercati.
  • Rischio di liquidità: rischio associato alla difficoltà di liquidare le posizioni detenute da un OICR, ad esempio mercati con bassi volumi possono causare difficoltà nella valutazione e/o negoziazione di certe attività.
  • Rischio di credito: possibilità di subire perdite improvvise se un emittente di titoli di debito non adempie ai propri obblighi di pagamento.
  • Gli investimenti in mercati emergenti sono in generale più sensibili agli eventi di rischio, come i cambiamenti del contesto economico, politico, fiscale e giuridico, nonché alle frodi.
  • Rischio di sostenibilità: rischio associato ad un evento o ad una condizione legata a fattori ambientali, sociali o di governance.
  • Rischio di pricing: rischio associato alla non corretta valutazione degli strumenti finanziari detenuti in portafoglio.

Ulteriori informazioni sono disponibili nel prospetto.

Sottoscrivi

CREDITO EMILIANO S.p.A.

Scopri dove puoi sottoscrivere i prodotti di Euromobiliare SGR

Sottoscrivi

CREDEM EUROMOBILIARE PRIVATE BANKING S.p.A.

Scopri dove puoi sottoscrivere i prodotti di Euromobiliare SGR

Sottoscrivi